martedì 10 febbraio 2015

Crostoli al forno - ricetta per il Carnevale

E' Carnevale! In questi giorni via libera ai dolcetti della tradizione: frittelle, chiacchiere (o crostoli, frappe...), ciambelle, krapfen...
Come forse qualcuno avrà intuito, non amo friggere a casa, un po' a causa dell'odore intenso che accompagna le fritture, un po' perché uno dei miei motti è - come diceva sempre anche mia mamma - "fai friggere qualcun altro per te!" :-D Cosicché io debba solo sedermi a gustare un buon frittino! Scherzi a parte, ho sempre l'impressione che il fritto in casa (vuoi perché non ho gli strumenti adatti, vuoi perché non e il "mio pane") risulti piuttosto pesante. Quindi, per non rinunciare alle prelibatezze carnevalesche, punto alle cotture alternative in forno (ideali anche per chi in questi giorni è preoccupato per la linea).
Quest'anno mi sono impuntata sui crostoli e, dopo aver sperimentato un paio di ricette, fatto un aggiustamento qua, uno là, sono riuscita a trovare la soluzione perfetta che vi presento oggi: dei crostoli al forno croccantissimi, saporiti e leggeri come un velo!

INGREDIENTI:
120 g di farina 00
10 g di burro fuso
20 g di zucchero
1 uovo
2 cucchiai di marsala o grappa
un pizzico di sale

Mettete in una ciotola la farina setacciata, lo zucchero e il sale. Fate un incavo nel mezzo, rompeteci l'uovo e cominciate a batterlo aiutandovi con una forchetta; proseguite iniziando un po' alla volta a raccogliere le polveri e unite il burro fuso. Poco per volta unite il liquore (regolatevi perché potreste non aver bisogno di usarlo tutto, il panetto deve essere lavorabile ma non appiccicoso), proseguite impastando a mano fino ad avere un composto privo di grumi, dategli la forma a palla, avvolgetelo in pellicola da cucina e mettetelo a riposare in frigorifero per mezz'ora.
Trascorso questo tempo riprendete il panetto, dividetelo in pezzi e iniziate a stenderlo: se possedete la macchina per tirare la pasta, aiutatevi con quella, arrivando per gradi al penultimo spessore. Se non avete questa macchina, tirate le sfoglie a mano con il mattarello, cercando di farle il più sottili possibile (circa 2 millimetri). Con la rotella dentata tagliate le sfoglie ottenute in tanti rettangoli e praticate su questi un taglio al centro. Adagiate i crostoli su teglie ricoperte di cartaforno e mettetele in frigorifero almeno un quarto d'ora, ma se ci stanno di più ancora meglio. Nel frattempo accendete il forno a 200º modalità statico.
Trascorso il riposo in frigorifero, infornate una teglia per volta; i crostoli cuociono in circa 8/10 minuti, estraeteli appena iniziano a dorare in superficie.
Fateli raffreddare su una grata quindi trasferiteli su un vassoio, ricopriteli di zucchero a velo e gustateli!


Che famina!

Nessun commento:

Posta un commento