martedì 21 marzo 2017

Pane al latte con semi misti

È ufficialmente iniziato il mio periodo panificatore! 😂 Dovete sapere che io e Lui alla mattina, per colazione, siamo soliti mangiare pane e marmellata. Da un po' stavo pensando che, al posto del "solito" panbauletto confezionato - comodissimo ma pur sempre un prodotto industriale -, sarebbe bello e sano se iniziassi a produrre da sola il pane da mangiare al mattino.
Ecco qui il primo, buonissimo, tentativo. È un pane molto semplice da realizzare ma che, ne sono certa, vi darà grandi soddisfazioni. Morbido e profumato, arricchito da semini misti, provatelo con una buona marmellata di ciliege e ve ne innamorerete... ma anche con una fetta di prosciutto o di formaggio sarà amore al primo morso!


INGREDIENTI (per due filoni, grandezza media)
230 g di farina Manitoba*
230 g di farina 2*
310 g di latte
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale fino
1/2 bustina di lievito di birra secco (o 1/2 cubetto fresco)
1 cucchiaio colmo di semi misti (io ho usato semi di lino, girasole e chia)

*NB: io ho usato queste farine, potete sostituire la Manitoba con una farina 0 e la farina 2 con una integrale.

Fate intiepidire il latte (deve essere appena appena tiepido) e scioglieteci dentro lo zucchero e il lievito. Lasciatelo riposare una decina di minuti, affinchè si attivi. Nel frattempo, nella ciotola dell'impastatrice, unite le due farine. Quando il lievito è attivato - lo noterete perché formerà una schiumetta in superficie -, azionate il gancio dell'impastatrice e versate il composto di latte e lievito sulle farine, per ultimo unite il sale. Lasciate lavorare la macchina finché non si formerà un unica "palla", trasferitela sul piano di lavoro e date ancora una lavorata con le mani, sbattendola anche un po' di volte sul tavolo.
Potete effettuare tutto il procedimento di lavorazione anche a mano, procedendo nello stesso modo: fate attivare il lievito nel latte, in una ciotola mettete le farine, unite il liquido e iniziate a impastare, unite il sale e continuate a impastare finché si ingloba il tutto, quindi lavorate ancora sul piano.
Infarinate leggermente una ciotola pulita, metteteci dentro la pasta, coprite con pellicola da cucina e mettete a lievitare in un luogo tiepido e riparato da correnti per circa un'ora e mezza, o comunque finché il volume non sarà raddoppiato (consiglio il forno spento, con la lucina accesa per facilitare la lievitazione).
Una volta compiuta la prima lievitazione, prendete la pasta, rovesciatela sul piano da lavoro leggermente infarinato, cospargetela con i semi e sgonfiatela, rilavorandola e approfittando di questo procedimento per distribuire i semi. Formate un cilindretto, dividetelo in due parti che stenderete con le mani a formare due rettangoli. Avvolgeteli dal lato corto e sistemateli in due stampi. Io ho usato due forme da plum cake ma potete anche realizzare due pagnotte. Coprite con la pellicola e fate lievitare una mezz'ora/40 minuti, anche stavolta fino al raddoppio.
Una volta lievitate le forme, togliete la pellicola e infornate in forno già caldo a 200° per 30 minuti.
Sfornate, dopo qualche minuto togliete il pane dagli stampi e fatelo raffreddare su una gratella. Aspettate che sia completamente freddo prima di tagliarlo e gustarlo.
Conservato in un sacchetto di nylon si conserva morbido per un paio di giorni; si può congelare già tagliato a fette, lasciandolo poi scongelare a temperatura ambiente qualche ora prima di gustarlo, morbido come se fosse appena stato sfornato.

Che famina!

Nessun commento:

Posta un commento