domenica 14 maggio 2017

Biscotti inzupposi

Tutto nasce dopo aver assaggiato quei famosi biscotti, di quella famosa marca, sponsorizzati da quel famoso attore...: una delusione totale! Enormi, pesantissimi, stracarichi di zucchero. Da qualche tempo ormai mi stavo informando su come poter realizzare i classici biscotti da colazione,
quelli belli ruvidi che assorbono tanto latte/the/caffè, ma mi frenava il fatto di dover usare questo misterioso ingrediente, il bicarbonato di ammonio, comunemente chiamato "ammoniaca per dolci". Sapevo benissimo che non si tratta dell'ammoniaca che si usa per l'uso domestico nelle pulizie, ma ero un po' frenata da quest'elemento nuovo. Dopo l'assaggio dei biscotti "di marca", ho vinto tutte le paure e ho iniziato a testare alcune ricette, arrivando alla fine - unendo qualcosa di una, qualcosa dell'altra - al mix che, per mio gusto, è il migliore: un bel biscotto croccante, leggero, inzupposissimo.

INGREDIENTI
250 g di farina 00 + 1 cucchiaio per la spianatoia
65 g di zucchero
25 ml di latte tiepido
40 g di olio (potete usare sia quello d'oliva che quello di semi, io preferisco quest'ultimo come sapore)
5 g di ammoniaca per dolci*
1 uovo
un pizzico di sale
aroma a scelta: buccia d'arancia grattugiata, buccia di limone grattugiata, semi di vaniglia, vanillina o aroma in gocce
2 cucchiai di zucchero bianco o di canna per la copertura (opzionale)

Mettete in una tazza capiente il latte tiepido e scioglietevi l'ammoniaca: si creerà una schiumetta e gonfierà molto. Tenete da parte.
In una ciotola montate - con lo sbattitore o con la planetaria - l'uovo con lo zucchero. Una volta ottenuto un composto schiumoso aggiungete l'olio, mescolate, quindi il latte con l'ammoniaca e mescolate ancora. Unite ora la farina, il sale e l'aroma scelto. Impastate il tutto, si formerà un composto sodo ma appiccicoso. Trasferite l'impasto sul piano da lavoro cosparso con la cucchiaiata di farina e lavoratelo leggermente, facendogli assorbire quel poco di farina che basta per ottenere un composto tipo frolla ma molto molto morbida, che non appiccicherà più le dita.
Prelevate delle porzioni di impasto, formate dei lunghi rotolini e tagliateli quindi a tocchetti di circa 4 - 5 cm. (Se vi piace: a questo punto rotolate i bastoncini nello zucchero; io ho saltato questo passaggio perché Lui non gradisce lo zucchero semolato sulla superficie dei dolci e io ne faccio volentieri a meno). Posizionate quindi i bastoncini su una teglia rivestita di cartaforno, ben distanziati tra loro, e appiattiteli leggermente con una forchetta.
Infornate a 180°, forno statico, per 20 - 25 minuti, sono pronti quando diventano dorati. Una volta pronti, spegnete il forno, aprite leggermente lo sportello e lasciateli così per 5 minuti. Vi sconsiglio di stare, quando aprite lo sportello, con la testa proprio sopra perché uscirà l'odore dell'ammoniaca: non vi spaventate, è normalissimo. Evapora totalmente durante la cottura e non rilascia sapori o odori sgradevoli sui biscotti, però quando aprite il forno, evaporando, farà appunto un po' di odore.
Trasferite i biscotti sulla gratella e fateli raffreddare completamente. Messi poi in un contenitore tipo Tupperware, rimangono fragranti per molti giorni.
Preparate un bella tazza di caffelatte o un bel the caldo e inzuppate! :-)


Che famina!

*L'ammoniaca per dolci ormai si trova facilmente in tutti gli ipermercati e anche diversi supermercati in confezioni da 2 bustine da 20 g l'una, quindi con un pacchettino riuscirete a fare moooolti biscotti :-) io ho usato quella della Fratelli Rebecchi.

Nessun commento:

Posta un commento